ProctoNEWS: il nuovo stumento di informazione professionale online si affaccia sul mondo proctologico Dedicato agli Amici della Proctologia, un Club di professionisti accomunati dalla stessa passione.

Cari Amici della Proctologia, questo “numero zero” della rivista “Procto News” esce in contemporanea adunappuntamento congressuale che ho voluto orga- nizzare con l’ambizioso intento di fare il punto sulla situazione. Ma quale situazione? Mi piacerebbe innanzitutto riuscissimo a rispondere ad alcuni quesiti che mi sono posto e che, parlando con Amici/Colleghi, ho notato se li sono posti anche altri. Che spazio c’è per il proctologo in Italia? Spesso questo specialista è poco considerato da chi fa la “grande chirurgia” poichè si ritiene che la chirurgia dell’ano, con annessi e connessi, la possa fare chiunque e quindi non abbia diritto a spazi particolari. A questi Colleghi vorrei però fare presente che anche in questo campo si sono fatti grandi passi in avanti e proprio l’utilizzo di nuove tecnologie non ha semplificato la materia, ma l’ha resa più complessa e quindi richiede delle attenzioni particolari ed un dedicarsi ad essa in modo specifico. Sempre a questi Colleghi vorrei anche fare presente che negli appuntamenti congressuali di un certo richiamo (vedi per es. l’ultimo congresso SIC) le aule in cui si svolgono sessioni di Proctologia sono ricolme oltre i limiti della capienza mentre dove si parla di “alta chirurgia” il posto a sedere lo trovi sempre. Naturalmente e fortunatamente (come diceva il mio Maestro Prof. Fincato) è più facile trovare il paziente che deve essere sottoposto a trattamento delle emorroidi che quello che deve subire un trapianto del fegato. Non è demagogia ma realtà. A Rimini ho invitato tutti i migliori specialisti della materia, mi scuso se ho dimenticato qualcuno e se così fosse non è stato fatto con intenti particolari. Chi non c’è, sebbene invitato, ha dato valide giustificazioni per non poter essere presente oppure, ahimè in qualche caso, non ha risposto all’invito con l’intento di fare sciocchi dispetti. Non posso fare altro che compatire tali personaggi!

A Rimini, state tranquilli, non nascerà la terza Società Scientifica su queste tematiche. Si, vorrei dare vita ad un Club, ad
iscrizione gratuita, in cui chi vuole potrà annoverarsi tra i cultori della materia e cercheremo, con l’aiuto di qualche Azienda Amica, di poter sostenere le per divulgare a mezzo la rivista o con un sito internet in preparazione, le notizie, le testimonianze che chiunque potrà e vorrà diffondere. Non sarà certo né rivista né sito a carattere prettamente scientifico, non possiamo permettercelo, ma qualche esperienza personale o testimonianza la pubblicheremo volentieri. Parleremo di economia e politica sanitaria, di notizie riguardanti eventuali aperture di nuovi ambulatori e lasceremo anche uno spazio alle Aziende per presentare eventuali nuovi prodotti. Speriamo inoltre di poter riorganizzare periodicamente un evento che ci veda riuniti per discutere naturalmente di proctologia, ma anche di scambiare amichevolmente una stretta di mano magari davanti ad un buon bicchiere di vino ed un piatto tipico locale. Cominciamo con il Sangiovese e la piadina romagnola ma ci auguriamo che la prossima volta possa essere un Chianti e annessa finocchiona, un Vermentino sardo o ligure, un Merlot, un Chardonnay o un Prosecco a seconda della zona geografica dove ci vedremo.
Un caro saluto,

 

Roberto Dino Villani